INFORMAZIONI PER ASSISTERE A “LE VERITA’ DI BAKERSFIELD”: SOSPESE LE DATE DI NOVEMBRE, ANDRA’ IN SCENA A GENNAIO

Gentile pubblico,

a seguito del DPCM del 24 ottobre, che sospende gli spettacoli teatrali fino al 24 novembre, e successivo DPCM del 3 novembre che prolunga la sospensione fino al 3 dicembre 2020, vi comunichiamo che anche le recite de “LE VERITA’ DI BAKERSFIELD”, con Marina Massironi e Giovanni Franzoni, in programma per l’11 e 12 novembre 2020 al Teatro di Mirano, sono sospese.

Lo spettacolo è già stato riprogrammato e andrà in scena mercoledì 13 e giovedì 14 gennaio 2021.

In caso abbiate già ricevuto la riassegnazione del posto:

I biglietti o gli abbonamenti  in vostro possesso sono ancora validi; per poter accedere alla sala nel turno di recita a voi assegnato non dovrete fare altro che conservarli e presentarli in teatro la sera di spettacolo. Il vostro posto a sedere rimane quello indicatovi dalla biglietteria durante il periodo di riassegnazione dei posti che si è svolto dal 12 al 15 ottobre scorso.

In caso non abbiate ancora ricevuto la riassegnazione del posto:

I possessori di abbonamenti o biglietti che non avessero ancora ricevuto la riassegnazione del posto e intendessero partecipare allo spettacolo sono pregati di mettersi in contatto al più presto con l’Ufficio Teatro chiamando lo 041-4355536 o scrivendo a info@miranoteatro.it per fissare un appuntamento e ricevere il vostro nuovo posto a sedere.

Gli abbonati sono stati suddivisi nei due turni di recita di mercoledì 13 gennaio e giovedì 14 gennaio 2021.

Il turno di recita destinato a chi è già in possesso di biglietti per lo spettacolo è mercoledì 13 gennaio 2021.

Voucher:

In caso siate in possesso di voucher e intendeste convertirlo in biglietto per assistere a questo spettacolo, siete pregati di mettervi in contatto al più presto con l’Ufficio Teatro chiamando lo 041-4355536 o scrivendo a info@miranoteatro.it per fissare un appuntamento e convertire il voucher in titolo di accesso.

Precisiamo che l’ingresso allo spettacolo è consentito UNICAMENTE previa riassegnazione del nuovo posto a sedere. La riassegnazione del posto è imprescindibile e obbligatoria al fine di poter assicurare la miglior sistemazione in sala nel rispetto del distanziamento interpersonale (in platea i posti occupabili sono intervallati da posti che devono essere lasciati liberi).

Vi ringraziamo per l’attenzione e inviamo i migliori saluti.

INFO UFFICIO TEATRO:

La Piccionaia SCS

Via Vittoria 75, 30035 Mirano (VE) tel 041 4355536

info@miranoteatro.it / www.miranoteatro.it

Norme per l’accesso del pubblico alla biglietteria:

  • obbligo dell’utente di rispettare almeno un metro di nell’attesa, anche all’esterno;
  • obbligo dell’utente di indossare la mascherina (personale) e igienizzazione delle mani con i sistemi per la disinfezione posizionati in biglietteria.

RECUPERI DEGLI SPETTACOLI DI PROSA: ISTRUZIONI

Nel rispetto della normativa anti – Covid 19 vigente, i posti a sedere garantiranno il distanziamento interpersonale di un metro; perciò ogni spettacolo sarà proposto in doppia recita.

Mercoledì 21 e giovedì 22 ottobre, ore 21

TeatroImmagine

OPERA XXX – I semi della follia

 

Mercoledì 11 e giovedì 12 novembre, ore 21

Marina Massironi Roberto Citran

LE VERITA’ DI BAKERSFIELD

 

PER CHI ERA GIA’ IN POSSESSO DI ABBONAMENTO O BIGLIETTO:

L’abbonamento o il biglietto acquistato per assistere alle date originarie di OPERA XXX (5 marzo 2020) e LE VERITA’ DI BAKERSFIELD (26 marzo) rimangono validi ma sarà necessario riattivarli presentandosi alla biglietteria del Teatro di Mirano nelle seguenti giornate o orari:

  • lunedì 12 ottobre dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16 alle 18;
  • mercoledì 14 ottobre dalle 10.30 alle 13.30;
  • giovedì 15 ottobre dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16 alle 18.

Gli abbonati e i possessori di biglietto sono stati suddivisi tra i due turni di recita; inoltre, è stato loro assegnato un nuovo posto a sedere, che sarà comunicato in biglietteria. Turno di recita e posto sono stati assegnati d’ufficio.

RIMBORSI:

Chi non potesse accedere agli spettacoli nelle date indicate può chiedere il rimborso; vi chiediamo di contattare l’Ufficio Teatro entro e non oltre venerdì 9 ottobre, telefonando al numero 041-4355536 o scrivendo a info@miranoteatro.it. L’Ufficio Teatro fisserà con voi un appuntamento per l’effettuazione del rimborso, presentandovi in biglietteria con l’abbonamento o il biglietto integro.

VOUCHER:

Chi avesse già convertito il suo biglietto/abbonamento in Voucher ma volesse comunque utilizzarlo per assistere agli spettacoli sopracitati, è pregato di comunicarlo entro e non oltre venerdì 9 ottobre, telefonando al numero 041-4355536 o scrivendo a info@miranoteatro.it. L’Ufficio Teatro fisserà con voi un appuntamento.

NUOVI BIGLIETTI:

I posti eventualmente disponibili saranno messi in vendita la sera stessa di spettacolo dalle 20.00 alle 21.00

IMPORTANTE:

Gli abbonati che non hanno ricevuto la comunicazione email o che non sono ancora stati contattati telefonicamente da parte dell’Ufficio Teatro, e i possessori di biglietto che hanno acquistato in biglietteria (e non online) senza lasciare recapiti sono pregati di mettersi in contatto con l’Ufficio Teatro chiamando lo 041-4355536 o scrivendo a info@miranoteatro.it.

LE DATE DI RECUPERO: OPERA XXX e LE VERITà DI BAKERSFIELD

Gentile Pubblico,

ecco le date dei recuperi degli spettacoli che non sono potuti andare in scena la scorsa primavera a causa dell’emergenza sanitaria:

mercoledì 21 e giovedì 22 ottobre ore 21.00 “Opera XXX – I semi della follia”di TeatroImmagine

mercoledì 11 e giovedì 12 novembre ore 21.00 “Le verità di Bakersfield” con Marina Massironi e Roberto Citran

Abbonati e possessori di biglietti saranno presto contattati dall’Ufficio Teatro per le nuove modalità di accesso alla sala e i turni di recita a loro destinati.

I possessori di biglietto che hanno acquistato in biglietteria (e non online) senza lasciare recapiti sono pregati di mettersi in contatto con l’Ufficio Teatro chiamando lo 041-4355536 o scrivendo a info@miranoteatro.it.

A prestissimo, si riparte!

 IL CINEMA TEATRO DI MIRANO è APERTO

Comunicato Stampa

Mirano – 01.10.2020) Dopo i mesi di stop decretati dall’epidemia per Covid – 19, per la quale sono stati chiusi i locali di pubblico spettacolo fin dallo scorso 23 febbraio 2020, è nuovamente aperto e operativo il Cinema Teatro di Mirano. I locali del Cinema Teatro vengono regolarmente igienizzati e sanificati per poter accogliere in piena sicurezza gli spettatori, nel rispetto della normativa vigente.

Le attività cinematografiche, gestite dalla società Dedalo S.A.S, sono già riprese, e il pubblico può consultare la programmazione settimanale nel sito www.cinemateatromirano.it.

Le attività teatrali, gestite da La Piccionaia per conto del Comune di Mirano, riprenderanno in autunno con il recupero delle date della rassegna di prosa organizzata da Arteven sospese a causa dell’emergenza sanitaria: il 21 e 22 ottobre andrà in scena “Opera XXX – I semi della follia” di Teatroimmagine; l’11 e 12 novembre sarà la volta de “Le verità di Bakersfield”, con Marina Massironi e Roberto Citran. Gli spettacoli saranno rappresentati in doppia replica per rispettare il distanziamento interpersonale. Le informazioni di biglietteria, appena disponibili, saranno prontamente comunicate nel sito www.miranoteatro.it e sulla pagina Facebook “Teatro di Mirano”. Le nuove rassegne 2020/2021 – quella di prosa e quella domenicale per le famiglie organizzata da La Piccionaia – con buona probabilità inizieranno a fine 2020 o all’inizio del 2021.

La sala Teatro è anche nuovamente disponibile per attività convegnistiche, congressuali e di spettacolo: per informazioni sull’uso della sala è possibile contattare l’Ufficio Cultura del Comune di Mirano all’e-mail cultura.turismo.sport@comune.mirano.ve.it e l’ufficio teatro all’e-mail info@miranoteatro.it .

Al Cinema Teatro di Mirano è consentito accedere seguendo le ormai note regole igieniche per limitare la diffusione del Covid-19: igienizzazione delle mani, distanziamento interpersonale, obbligo di mascherina durante tutta la permanenza nello stabile, registro delle presenze. All’interno dei locali si trovano segnalazioni che aiutano a ricordare i corretti comportamenti da tenere ed è disponibile il gel igienizzante mani. Si raccomanda di non accedere al teatro qualora si presentassero sintomi sospetti riconducibili al Covid -19.

Per informazioni

UFFICIO CULTURA DEL COMUNE DI MIRANO
Tel: 041/431028
Mail: cultura.turismo.sport@comune.mirano.ve.it.
Web: www.comune.mirano.ve.it

UFFICIO CINEMA:
Dedalo SAS
Tel: 041/430884
Mail: info@cinemateatromirano.it, direzione@cinemateatromirano.it
Web: www.cinemateatromirano.it

UFFICIO TEATRO:
La Piccionaia SCS
Tel: 041/4355536
Mail: info@miranoteatro.it
Web: www.miranoteatro.it

Sospensione spettacolo

In ottemperanza al decreto emesso in data 1 marzo 2020 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri sulle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, lo spettacolo di giovedì 5 marzo (ore 21) “Opera XXX – I Semi della Follia” di Teatroimmagine, in programma al Teatro di Mirano, viene sospeso.
Se possibile, lo spettacolo verrà recuperato in data da destinarsi, che verrà prontamente comunicata.

Di conseguenza il servizio di biglietteria prevendite previsto per martedì 3 marzo e giovedì 5 marzo al Teatro di Mirano è sospeso.

L’ufficio del Teatro di Mirano rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Di seguito l’ordinanza in oggetto:
https://www.regione.veneto.it/documents/10136/2648298/DPCM+1+marzo+2020.pdf/6f6f9b16-2fcd-4a99-8770-82cc688f87e7

 

IL MISANTROPO di Molière

Giovedì 20 febbraio il capolavoro di Molière nell’adattamento corale di Factory Compagnia Transadriatica
AL TEATRO DI MIRANO “IL MISANTROPO”, DALLA SOCIETÀ DEL RE SOLE ALL’IPOCRISIA DEL NOSTRO PRESENTE
Posti ancora disponibili  

(Mirano VE – 19.02.2020)  –  All’anagrafe si chiamava Jean-Baptiste Poquelin, ma si scelse un bellissimo nome d’arte e una biografia da star: non c’è dubbio che il capolavoro di Molière sia la sua vita. Ed è uno dei maggiori esiti della sua produzione che sta per sbarcare al Teatro di Mirano, nell’ adattamento della Compagnia Factory Transadriatica: “IL MISANTROPO” andrà in scena giovedì 20 febbraio (ore 21) all’interno della la rassegna di prosa “La Città a Teatro 2019–2020”.

Ci sono ancora posti disponibili.

Adattato da Francesco Niccolini per la regia di Tonio De Nitto, “IL MISANTROPO” è uno spettacolo corale che vede in scena un cast di otto interpreti: Sara Bevilacqua, Dario Cadei, Ilaria Carlucci, Ippolito Chiarello, Angela De Gaetano, Franco Ferrante, Luca Pastore, Fabio Tinella.

“Figlio di un umile tappezziere di Parigi – spiega Francesco Niccolini – Molière si innamora di un mestiere infame e di una compagnia di comici dell’arte italiani: con quel mestiere infame diventerà così famoso e amato che i suoi figli avranno il re di Francia come padrino al battesimo, ma così odiato che nessun medico, nessun prete, nessuno di nessuno vorrà intervenire quando starà tanto male da dover interrompere l’ultima replica de “Il malato immaginario” per morire a casa sua, senza cure e senza estrema unzione. Drammaturgo, commediografo e attore, casinaro, pasticcione, innamorato geloso, ipocondriaco, malinconico e nevrastenico, ma come nessun altro capace di dipingere la ferocia del suo e del nostro tempo. Capace di perdere tutte le battaglie, ma sempre a testa alta. Per quel poco che possa servire, camminare a testa alta, in un mondo in cui tutti – la testa – la tengono bassa, per leccar scarpe di piccoli viscidi feudatari o per mettere il milionesimo like sul loro telefonino. Dentro la sua sterminata (e un po’ invecchiata) produzione comica, “Il Misantropo” non ha paura dei secoli che passano, e che, pur con un livore comico strepitoso, assomiglia alla sua tragedia personale e – al tempo stesso – al nostro mondo contemporaneo, alla nostra misera Italietta marcia, putrefatta e vittima degli stessi nemici di Molière: ipocriti approfittatori nepotisti lobbisti, venduti comprati e corrotti. Una storia così tragica da diventar ridicola”.

Continua a leggere

“LA CASA DEL PANDA”

Comunicato Stampa

Domenica 9 febbraio prosegue la rassegna dedicata a bambini e famiglie con uno spettacolo di TPO che combina tecnologia interattiva e spettacolo dal vivo
TEATRO DI MIRANO, DOMENICHE A TEATRO: “LA CASA DEL PANDA”, ALLA SCOPERTA DELLA CINA ATTRAVERSO NATURA, CULTURA E TRADIZIONI
A passi di danza seguiamo un panda in un viaggio coinvolgente, per bambini e adulti, per una esperienza immersiva dove sperimentare il confine tra arte e gioco

(Mirano VE – 06.02.2020)  – A passi di danza seguiamo un panda in un viaggio coinvolgente, per bambini e adulti, attraverso la Cina e i suoi paesaggi fatti di natura, cultura antica, tradizioni: “LA CASA DEL PANDA”, firmato dalla compagnia TPO, andrà in scena domenica 9 febbraio alle ore 15.30, nuovo appuntamento di “Domeniche a Teatro 2019-2020”, la rassegna del Teatro di Mirano dedicata ai più piccoli e alle loro famiglie.

Teatro visivo ed emozionale: negli spettacoli del TPO il protagonista è lo spazio scenico, le immagini, i suoni, i colori. Grazie all’uso di tecnologie interattive ogni spettacolo si trasforma in un ambiente “sensibile” dove sperimentare il confine sottile tra arte e gioco.

 “LA CASA DEL PANDA” è firmato dalla compagnia TPO in coproduzione con Tong Production –  Teatro Metastasio Di Prato; la direzione artistica è di Francesco Gandi e Davide Venturini. Lo spettacolo è basato su un’idea di Lizhu Ren, con coreografia di Daniele Del Bandecca e Martina Gregori; il visual design è di Elsa Mersi, il sound design di Spartaco Cortesi; il computer engineering di Rossano Monti, i costumi di Chiara Lanzillotta e gli oggetti di scena di Livia Cortesi. Continua a leggere

“L’ABISSO” DI DAVIDE ENIA

Giovedì 6 febbraio l’attore, drammaturgo, regista e scrittore siciliano Premio Ubu, Premio ETI, Premio Tondelli e Premio Hystrio, con l’ultimo spettacolo tratto dal libro “Appunti per un naufragio”
TEATRO DI MIRANO: DAVIDE ENIA CON “L’ABISSO”,  MONOLOGO E CUNTO PALERMITANO PER RACCONTARE LA TRAGEDIA DEL MEDITERRANEO
Premio Hystrio Twister 2019 come “miglior spettacolo della Stagione”, L’Abisso è parola, gesto, canti antichi e musiche per un racconto scritto dopo molto tempo passato a Lampedusa a raccogliere testimonianze

(Mirano VE, 05.02.2020) È stato definito da Franco Cordelli, sul Corriere della Sera, “lo spettacolo più importante che sia stato messo in scena da un grande performer e da un grande italiano in questi ultimi anni”. Vincitore del Premio Hystrio Twister 2019 come “miglior spettacolo della Stagione”, firmato e interpretato da uno dei narratori più significativi della scena contemporanea, “L’ABISSO” di Davide Enia arriva al Teatro di Mirano giovedì 6 febbraio (ore 21), nuovo appuntamento della rassegna “La Città a Teatro 2019–2020”.
Sono ancora pochi i posti disponibili.

“L’ABISSO” è il monologo con cui Davide Enia – già Premio Ubu, Premio Tondelli, Premio Hystrio e Premio ETI – torna sul palcoscenico dopo 12 anni di assenza e che gli è valso il premio Premio Maschere del Teatro 2019 come Miglior Interprete di Monologo. In scena, anche le musiche composte ed eseguite dal vivo del chitarrista Giulio Barocchieri. Lo spettacolo è prodotto da Teatro di Roma-Teatro Nazionale, Teatro Biondo di Palermo, Accademia Perduta/Romagna Teatri in collaborazione con Festival Internazionale di Narrazione di Arzo.

Davide Enia torna in scena con il gesto, il canto, il cunto, per affrontare la tragedia contemporanea degli sbarchi sulle coste del Mediterraneo. Lo spettacolo è un racconto, che l’artista palermitano – drammaturgo, attore, regista e romanziere – ha scritto dopo molto tempo trascorso a Lampedusa a recuperare testimonianze: in un libro, “Appunti per un naufragio”, edito da Sellerio e vincitore del Premio Mondello 2018.

Davide Enia – ph Futura Tittaferrante

Continua a leggere